Pirati in musica – Pirati contro clienti

Chi è più pirata? Chi scarica musica… o chi ti frega vendendoti un CD a 20 euro? Comunque sia è tutto dire. Oggi, come dicevamo, è la giornata di pirati e honeymoonchild questa mattina ha postato un bel link piratesco su Jaiku: PI: Reznor: la musica va rubata, un articolo apparso su Punto Informatico che racconta come Trent Reznor ha descritto la sua etichetta discografica: impresa avida che non si merita niente. L’articolo continua con le parole del cantate dei NIN:

Rubate (la musica, ndr.), rubatela – si è appellato ai fan – Rubatela, rubatela e fatela girare ai vostri amici, e continuate a rubare. Perché in un modo o nell’altro questi c***** devono farsi entrare in testa che stanno truffando la gente e questo non è giusto

Di seguito il video delle sue dichiarazioni

One thought on “Pirati in musica – Pirati contro clienti

  1. ebbè ciccio, parliamo della universal: la seconda label più grande del mondo e che fa fatturati con totmila dollari.

    l’appello di trent secondo me servirà a poco comunque, nel senso che sai quanto potrà interessare la questione alla multinazionale discografica?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...