Goodreads

Nel firmamento dei cloni del web 2.0 c’è una nuova stella. Goodreads. E’ un clone di Anobii, come lui archivia i nostri libri e le nostre letture, permette la stesura di recensioni e di condividere le stesse con amici iscritti al servizio. Facciamola breve, non è Anobii. Anobii funziona benissimo nei suoi meccanismi di condivisione, inserimento e feedback sociale, goodreads è più sempliciotto, i libri si inseriscono dopo averli ricercati nei loro db, di lingua italiana sembra proprio non esserci l’ombra. Tutto molto ammeregano.

Per far diffondere il servizio velocemente gli sviluppatori hanno ben pensato di attivare quel bel meccanismo per cui lasciando indirizzo gmail e password viene diffuso l’invito all’iscrizione a tutti i nostri contatti. Naturalmente è possibile non farlo, non l’ho fatto e non fatelo. Cosa curiosa è che gli ammeregani sembrano (o almeno a me sembra…) un po’ fregarsene di andare a rompere le scatole ai loro contatti e non si fanno tanti problemi a lasciare indirizzo e password, prova ne è l’utente da cui sono venuto a conoscenza del servizio, utente smaliziato ed esperto che ne giro di pochi minuti si è ritrovato amico di altri 150 utenti di goodreads.

Technorati Tags: , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...