Pensare differente…

L’ho sempre sostenuta questa cosa, il “Think Different”  e la volontà di conquistare il mondo sono due cose che non possono stare insieme, a livello logico è un paradosso! Anche se la questione è vecchiotta di certo non si può dire che sia superata, siamo solo agli inizi!

Lo spunto è venuto fuori da questa riflessione di Lovati di qualche mese fa: Il colmo per Apple: c’è chi comincia a “pensare differente”, poi ne ha parlato anche qui. (consiglio la lettura dei commenti)

intanto del post di Lovati quoto quelli che lui definisce i due limiti di Apple:

1.(il problema più leggero) E’ Jobs-centrica, ossia dipende fortemente dalla figura di Steve Jobs e sono sicuro che se mai dovesse lasciare sarebbero guai

2.(il problema più pesante) E’ troppo di successo. Mi spiego, per Apple è fondamentale mantenere i propri clienti un’elite. Chi compra Mac, vuole “pensare differente”. Il claim di Apple è sempre stato “Think Different”. Da Chi? Se tutti avessere un Mac o un iPod…

“Think Different!”, ma fatelo però!

14 thoughts on “Pensare differente…

  1. 🙂 è una questione di fondo ma con una certa importanza.
    fatto sta che se tutti la pensassero diversamente (che per Apple significa “accattati un Mac”) l’idea implode nel momento in cui la maggioranza degli utenti ha Mac.

    Pensa ad una classe (di una scuola) dove tutti hanno il loro iPod, quando arriva lo sfigato con Zune potrà gridare ed esserne fiero “Think Different” !!!

    Apple ha pensato lo slogan quando loro erano gli sfigati, ed era un’esortazione verso gli utenti, come a dire “ooo… voi non siete coglioni, la pensate solo in maniera diversa, ma fate bene, perché così siete originali!” in un mondo dove tutti hanno un iPod l’originale è quello con lo Zune (anche se fa schifo!)

  2. quando lavoravo, il mezzo era il Mac, XPress poi (molti anni fa) il mercato esigeva di passare al PC, ora la mia ricerca di felicità è indirizzata a metter da parte per potermi permettere un Mac come si deve!
    Dovessi consigliarmene uno di medio costo quale mi indicheresti?

    Alex

  3. Io sono uno di quelli che si crede di essere nato per essere alternativo.. Ho un iMac da 6 mesi, ne sono entusiasta come il primo giorno, ma ormai del Think Different non mi importa più.. Ho imparato che in certe cose prima di comprare una cosa perchè uno vuole essere pensare differente deve prima valutare obbiettivamente se quella cosa è realmente più funzionale, o è semplicemente diversa..
    In ogni caso, il discorso della maggioranza non potrà mai esistere, dato che la frase think different è diretta proprio a chi conosce solo ed esclusivamente windows.. E la situazione non credo che potrà mai ribaltarsi.. Penso che comunque lo spot ideale sarebbe: “Think. Buy A Mac.”

  4. Pingback: Think Different at kOoLiNuS.net

  5. non mi stancherò mai di ripetere che il “Think Different” non ha accompagnato Apple dalla sua nascita, ma è stato inventato nel periodo di massima crisi, tra l’altro quando Jobs era acnora alla NExT. Quindi direi che non c’è nulla di paradossale se Think Different e gestione Jobs sono due cose diverse. Poi ora come ora la “filosofia” think different (da quando le aziende hanno una filosofia?) non fa più parte dell’azienda ma del singolo utente che sceglie di abbracciarla: non tutti gli Apple-User sono “think different”, ma la maggior parte dei Mac-User lo sono!

  6. scusate tutti per il ritardo, provo a rispondere un po a tutti:

    @Aleyakke: prova un iMac, non di quello con lo schermo gigantesco da 17″ o da 20″ sono ottimi, sonda anche il mercato dell’usato, ci sono sempre ottime opportunità.
    Anche il MacBook è una bella soluzione se vuoi un portatile, è inutile che ti dica che le versioni PRO di tutta la gamma è eccezionale.

    @patricia: patrì a te ti vedo con una MacBook bianco candido, bello, figo, leggero e portatile😉

    @venny11: alternative ce ne sarebbero in abbondanza, sono d’accordo con chi sostiene che questo particolare motto appartenga ad un particolare momento storico di Apple, fatto sta che il motto (filosofia) stesso è stato adottato da un gran numero di aziende, e l’unica cosa che critico di tutta questa storia come ho detto già prima è l “Think Different” e la volontà di conquistare il mondo sono due cose che non possono stare insieme. Non dico che è giusto o sbagliato, che è bianco o nero, dico solo che è un paradosso. N.B. i paradossi nella Comunicazione Moderna sono molto efficaci, rendono moltissimo… VENDONO

    @Jeby:Il paradosso non è tra il “Think Different” e la gestione Jobs, ti prego di far riferimento a quanto ho detto a venny11
    … le aziende hanno una filosofia! … o almeno dicono di averla🙂 . Di solito coincide con le modalità di produzione o di vendita. Poi lo scopo è sempre o cmq quello di VENDERE. La filosofia dell’azienda quindi dovrebbe essere il modo con cui si arriva allo scopo. Quindi oggetti di design, belli, originalissimi, funzionali… vendita quasi ed esclusivamente on-line, assistenza che funziona in un certo modo, packaging strepitoso (solo la scatola del Mac Pro vale una quarantina di euro credo…).
    Sono pienamente d’accordo con te sugli Apple-User, se uno è originale, è originale anche con un Dell con su Windows XP😉

    Per tutti: lo stesso giorno che ho scritto questo post ho scattato questa foto, non è stata la macchina ad ispirarmi, ma me la sono ritrovata di fronte uscendo dall’ufficio, segno che il pensiero (filosofia) si sta espandendo, da notare le l’adesivo è dissociato dalla mela, il tizio in sostanza dice di essere originale, la pensa diversamente… ma da che però?

  7. Anche io ci rifletto, oggi che la apple sta dilagando.
    Solo qualche anno fà pensavo che sarebbe stato bello se in giro ci fossero stati più ninnoli con la mela, dagli zainetti alle cover dei telefoni, invece oggi “penso differente”.
    Penso che apple deve significare design innovativo e tecnologia superiore.
    Finchè i requisiti rimarranno questi, il Think different avrà sempre senso, anche se tutti avranno un Ipod o un Ibook.

  8. ho ben capito quello che intendi dire Gpessia, sono d’accordo con te.. quello che intendevo dire, andando anche leggermente fuori tema, è che di alternative ne ho provate parecchie, ma la mia decisione finale è stata Apple, non perchè voglio “pensare differente”, ma perchè esaminando tutte (o meglio, quasi) le altre realtà mi sono accorto di qual’è la migliore secondo le mie esigenze..
    In effetti, il vero differente sono io che posseggo un iPod, oppure chi va a comprarsi che so.. un Archos? bella domanda..

  9. c’e’ bisogno di un oggetto per pensare differente?
    c’e’ davvere bisogno del “brand”?
    per sentirsi fuori dalla massa basta un po’ di pubblicita’ che ti dice “compra questo e sarai speciale. e’ pubblicita’.
    mera pubblicita’.
    il mac per chi pensa diverso, il denim after shave per l’uomo che non deve chiedere mai, e lo shampoo perche’ Io valgo.

    mi ricordo di un tizio che abitava in una botte e non aveva bisogno di nient’altro per essere Differente.
    (diogene)

  10. Pingback: Think Different – kOoLiNuS ☞ il blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...