PI Grego

Qunato mi piacciono  le divagazioni di Levysoft, l’ultima è:
Einstein, Borges e la conversione del PI Greco in binario, leggendo il post e i vari link suggeriti mi è tornato in mente un film che parla esettamente di questa divagazione matematica, per noi cresciuti in occidente tutta questa storia potrebbe non  significare niente, ma in oriente dove Dio è la perfezione geometrica la storiella assume tutt’altra importanza…
il film, bellissimo, è Pi Greco – Il Teorema Del Delirio da vedere, vedere e rivedere…

2 thoughts on “PI Grego

  1. Ho visto quel film, bello ma angosciante. E comunque poco conclusivo. Certo però lo stile è molto particolare. Questo tuo post solleva alcune questioni che spero non ti scocci se affronto qui… infatti “in oriente dove Dio è la perfezione geometrica” secondo me è valido oggi forse solo in medioriente ed era valido in occidente fino ad inizio ‘700 fin quando l’illuminismo non ha smontanto il tecnigrafo del geometra dell’universo, come anche per esempio Galilei e Kepler (e prima ancora i tolemaici) credevano che il loro dio fosse. Per gli ebrei (di cui il film parla) direi che la visione mistica del creatore sia più matematica che geometrica. Infatti nella Qabbaláh è tutto numeri e trasformazioni di lettere in numeri, equazioni nascoste e algoritmi rivelatori (stupendo il collegamento che fa il film con i computer), mentre i diagrammi, se si esclude l’Albero della Vita, sono davvero pochi.
    Ciao!

  2. I numeri e l’infinito (dedicato al Pigreco Day)

    Odio il PIGRECO!

    I numeri hanno una caratteristica unica, non finiscono mai: è sempre possibile aggiungere un’unità.

    Quindi è l’esempio più semplice per descrivere l’infinito.

    Le più grandi menti del mondo si sono cimentate nel tentativo di razionalizzare il concetto di “infinito” e tuttora il discorso è aperto. Filosofi e matematici, teologi e scienziati si scontrano sul concetto di infinitamente grande o infinitamente piccolo, che poi è la stessa cosa.

    E come si pone l’uomo medio di fronte all’infinito? Nasciamo ed iniziamo subito a morire, e questa realtà per noi è l’unica cosa certa.

    Eppure speriamo che un giorno qualcuno scopri il segreto dell’infinito ed illumini la strada dell’uomo. Una sorta di ricerca dell’immortalità.

    La vita si plasma all’interno dei corpi solidi.

    Nasciamo e ci troviamo aggrovigliati in forme geometriche indistinte.

    Ci colpiscono, ci penetrano, sono fuori e dentro di noi.

    Linee rette, curve, parallele.

    Forme che si chiudono, si aprono che girano su stesse e si attorcigliano.

    Poi arrivano i corpi solidi, pericolosi, dai quali difficilmente si riesce a sfuggire.

    Quando ci prendono ci inglobano, ci rinchiudono, ci soffocano.

    Spesso nemmeno ce ne accorgiamo.

    Ai più fortunati capitano forme irregolari, piene di angoli e lati di diverse dimensioni,

    ad altri capita la monotonia delle forme regolari, sfere, cubi, coni, ecc..

    Questa è la vita dei numeri, quei numeri diventati arte e sostanza, quei numeri di cui non ne possiamo più fare a meno.

    La matematica nacque come evoluzione naturale del pensiero organizzativo dell’uomo. Dapprima strumento, ora carnefice.

    Siamo vittime dei numeri, delle statistiche, del denaro…

    Il 14 marzo è la giornata in cui si celebra il “PI greco” uno dei numeri fondamentali della matematica. Quello che regola il rapporto tra diametro e circonferenza del cerchio e che quindi regola anche le forme geometriche indistinte. Per questo lo odio, con la sua caratteristica di numero irrazionale (dopo la virgola la sequenza dei numeri è infinita) è diventato il nostro carceriere.

    Forse non a caso.

    Infatti solo l’uomo nella sua “infinita” arroganza, poteva trovare un numero irrazionale per tentare di dare un senso alla propria vita.

    Ary

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...