Serverskine – Gestione ed Archiviazione dei parametri di accesso ai nostri domini

… che titolo lungo! Chi gestisce molti domini (solitamente) ha un problema: i parametri di accesso ad essi. Non conto le volte che mi sono trovato a dover aprire l’archivio cartaceo dei domini che di volta in volta ho gestito solo perché avevo dimenticato l’indirizzo ftp o la password.

Ho sempre cercato (disinteressatamente) di risolvere la questione, una volta con un semplice file di testo, una con un db dove potevo archiviare i vari dati, ho provato con i file Excel addirittura con una semplice rubrica telefonica. Ogni volta c’era qualche cosa che non andava… ripeto che non mi sono mai interessato a cercare una soluzione definitiva, di volta in volta mi sono arrangiato come capitava.

L’altro giorno su iusethis come prima applicazione compariva Serverskine, applicazione tanto semplice quanto comoda, nata proprio per risolvere questi piccoli grattacapi.

L’applicazione non fa altro che archiviare e organizzare i parametri di accesso dei nostri server, gli indirizzi FTP le Password, quelli dei DB, dei domini ecc. ecc. L’archivio può essere esportato come XML o SQL, i dati possono essere inviati via email con un layout preimpostato ai vari clienti con un semplice clik, senza dover scrivere una sola parola.

In tutta questa storia non saprei dire se le “norme di sicurezza” siano tutte rispettate, resta il fatto che l’applicazione è terribilmente comoda e funzionale, valeva la pensa segnalarla!

Xslimmer

Sempre tra le preziosissime screenshots di factoryjoe trovate qualche cosa di molto interessante ed utile, qualche scatto fatto a Xslimmer in azione ;)

Xslimmer analizza le applicazioni che abbiamo installato sul nostro mac, alla ricerca di pezzi di codice superflui, una volta trovati li rimuove stando attento a non compromettere la funzionalità dell’applicazione stessa. Ad esempio le applicazioni Universal Binaries portano con se codice per l’una o l’altra architettura, Xslimmer non fa altro che individuare cosa serve alla nostra macchia ed eliminare tutto il resto. Tra le cose superflue che vengono ripulite ci sono le localizzazione delle varie applicazioni: di un pacchetto di applicazioni solitamente un utente utilizza una al massimo due lingue, tutte il resto è fuffa, prontamente rimossa da Xslimmer.

Funziona?
… a giudicare dalla schermata visualizzata sul sito e da quella scattata da factoryjoe direi proprio di si, in numeri, riporto quello che vedo: Adium 33,7 -> 18,8; PS CS3 246 -> 143; Google Earth 100 -> 54; Transmit 14.5 -> 6.5

Di seguiti una schermata di proiezione sulla riduzione di peso dei pacchetti iLife08 e iWork08, si recuperano su 1,27 GB circa 535MB, non male davvero!

Al commento fatto alla foto factoryjoe mi ha segnalato il caso di Stephen Collins che sul suo MacBook Pro ha fatto fuori 2GB di ‘monnezza ;)

L’applicazione è a pagamento, costa solo 11$, la versione di prova offre uno stoccaggio di 50MB dopo di che si blocca. Da provare!

Technorati Tags: , , ,

MoniTwitter

Una nuova diavoleria simil-twitter. Monitwitter che non ha niente a che fare con Obvious Corp è una semplice applicazione web che serve per monitorare i nostri siti.

Ci si iscrive, fornendo l’indirizzo del sito da monitorare e monitwitter comincia a pingare il nostro sito, quando (e se) lo vede down ci avverte via Twitter, il che significa che a potremo ricevere gli alert  via email, IM o sul telefonino. Queste cose esistono già, ma di solito sono a pagamento, almeno per quanto riguarda il telefonino. Quindi…

Per adesso il sito riporta solamente 191 siti pingati, cresceranno?

Technorati Tags: , , ,

Advanced Toolbar finalmente anche per WordPress.com

Alleluja , ma quanto tempo c’è voluto per attivare il benedetto Edito Avanzato su wordpress.com, non che sia indispensabile, io solitamente scrivo da altri accrocchi, ma quando ce vo ce vo, e qui ce vo!

toolbar.png

Di sicuro, mi sarà comodissimo per scrivere più velocemente i testi con il tag pre, che andrebbe usato in concomitanza con il tag code, indispensabile quando si scrivono stralci di codice, poi lo utilizzerò, se mai mi capiterà, per scrivere quei caratteri che non sai mai come fare per tirarli fuori, almeno che non conosca tutta la tabella ASCII a memoria ( una decina li conosco :P ) : quindi da oggi riuscirò a scrivere più velocemente ® √ ζ Ξ æ ecc. ecc. di seguito tutti i caratteri a disposizione:
caratteri.jpg

Buona scrittura… quasi dimenticavo, visto che scrivo da altri accrocchi, e che quindi sull’editor di wordpress ci vado raramente sono venuto a conoscenza di dell’aggiornamento via “il blog di Andre Guida” che prontamente questa mattina, credo prestissimo (6.34), ha recensito la cosa ;)

Fotocamera digitale ultracompatta – quale?

Ho diverse macchine fotografiche, e diversi marchingegni che scattano foto (telefonino, videocamera). Tra le macchine ho una Canon 20d con diversi obiettivi a corredo, dei quali uno buono, un Sigma 24-70mm con focale fissa a 2.8, i fotografi di zona dicono “…io con quello ci faccio i matrimoni” (ecco… cambiate mestiere che è meglio, o almeno non vi chiamerei per il mio di matrimoni), ho una Nikon Coolpix 4300, al solo pensiero di quanto la pagai mi viene il mal di testa, ha 4 megapixel, quando la comprai la norma era meno di 2megapixel. Insomma ho una discreta esperienza…

Ho deciso di aggiungere un nuovo pezzo alla collezione. Di solito quando uno ha “una discreta esperienza” gioca al rialzo… voglio fare il contrario giochiamo al ribasso! Perché… portarsi dietro (e io la porto quasi sempre!) una macchina che da sola pesa 800-900 grammi + un obiettivo che ne pesa altri 900 + altri 2 obiettivi da 200 grammi l’uno + il borsone non è di certo una cosa comodissima.

La decisione
Quello che ho deciso è che voglio una macchina piccola, sottilissima, con obiettivo incorporato, deve pesare poco, deve avere un discreto schermo LCD e deve costare meno di 200€.

  • Piccola e sottilissima perché così la porto effettivamente dove mi pare e senza troppi problemi, la infilo nello zaino o in tasca (no! il telefonino non mi basta!)
  • Con obiettivo incorporato perché non voglio parti meccaniche a contatto con l’esterno, di solito sono le prime a danneggiarci, ne ho avuto esperienza con la Nikon 4300, poi le parti meccaniche solitamente causano un rallentamento funzionale dell’apparecchio, ed è una cosa che non voglio!
  • Deve pesare poco perché… vedi il primo punto
  • Deve avere un discreto schermo LCD perché a meno che non si usi una reflex il mirino non lo usa più nessuno, quindi la voglio anche senza mirino, poi lo schermo deve essere buono anche perché aiuta nella revisione delle foto scattate… e poi perché è comodo.
  • Deve costare meno di 200€ perché quello è il prezzo giusto, pagarla di più significherebbe che sto comprando “la novità assoluta”, “l’esclusiva”, come feci per la Nikon 4300, vi assicuro che non vale la pena.

L’indecisione
Ho trovato due modelli che hanno tutte caratteristiche di cui parlo, sono 2 gioiellini di usabilità, hanno modelli superiori, ma come dicevo prima, rappresentano “l’esclusiva”
Quello che non ho deciso è quale scegliere tra questi due modelli:

Fujifilm – FinePix Z1

Sony – Cyber-shot DSC-T10

Ora, so benissimo che ce ne sono tantissimi altri, con funzioni e caratteristiche similari, ma questi due modelli sono gli unici che ho trovato entrambi a un prezzo di 199€ (Negozi Expert – Sony in promozione).

Per una comparazione oggettiva mi sono affidato alle pagine di flickr che riporta una descrizione generica, prezzi ed esempi pratici di entrambi i modelli:

rimandando poi a pagine con maggiori dettagli tecnici (Yahoo! Shopping):

Da questa comparazione la mia scelta cadrebbe sulla Sony, non sono i 7 megapixel, di quello ho imparato a fregarmene, non fa differenza, ma quelle piccole cose che rendono il passaggio da una reflex come la 20d ad una macchina completamente automatica meno traumatico. Ad esempio qualche funzione manuale in più, una più ampia gamma di ISO, velocità di scatto, e quello che più mi ha impressionato la distanza di messa a fuoco, che per la Sony va da 1 a 50cm  :shock:
(impressionante! provate a vedere questa, e l’intera galleria)  (Se amate la fotografia a distanza ravvicinata, o macro, sarebbe meglio dire pseudo-macro, le migliori macchine, tra quelle abbordabili intendo, sono quelle compatte, non le reflex! esperienza personale…)

Ho avuto modo di provare la FinePix e di toccare la Sony, la FinePix strutturalmente è migliore, i materiali sono migliori, è molto più solida, insomma averla per le mani è un piacere, senti tutta la sua compattezza e solidità, in questo la Sony pecca un tantino, sembra appena un po più giocattolosa, ed i materiali, quelli della scocca, appena inferiori.

Altro punto a favore per la Sony, per quanto possa contare, la statistiche di utilizzo delle due macchine fornite da flickr, per la FinePix in discesa, per la Sony in salita con tendenza  alla stabilità.

Allora che prendo? … io tendo per la Sony :?

Le icone di Webfruits

L’amica Webfruits ha rilasciato un bellissimo set di icone dedicate a del.icio.us, Technorati, Flickr e You Tube, da utilizzare come lo si vuole (lei raccomanda nei nostri blog), tutte le icone sono distribuite sotto Licenza Creative Commons.

Non ho finito. Le icone appartengono ad un “Set #1″, quindi è logico aspettarsi un Set #2, #3, #4 ecc. ecc. o almeno lo spero. Per adesso godetevi quelle realizzate e tenete sotto controllo webfruits.it per eventuali aggiornamenti. ;)

N.B.
Webfruits si scrive con la s finale, non fate come me che vi sbagliate :lol:

Technorati Tags: , , , ,

WordPress.com Cheat Sheet

Qualche tempo fa scrissi un post dove elencavo tutte le emoticons presenti sulla piattaforma di wordpress.com ed il modo per usufruirne. Per quanto uno le usi alla fine capita sempre che il codicillo che le tira fuori cada nel dimenticatoio, stessa cosa per il codice che permette di inserire i filmati flash in un post, ad esempio non ricordo mai se mettere le virgolette (“”) o no. Insomma per farla breve ho realizzato una pagine con all’interno riassunte tutte le modalità di scrittura dei vari contenuti che wordpress.com mette a disposizione.

WordPress.com Cheat Sheet

Anteprima

la pagina è studiata per andare ad infilarsi nella sidebar di Firefox, quindi come al solito le istruzioni sono: salvate la pagina nel BookMark, nella Barra dei Segnalibri

Pannello

rintracciate il link salvato, clik con il tasto destro e Proprietà a questo punto spuntate la solita “carica nella Barra Laterale”, io ho aggiunto anche wp smile

Pannello

All’interno della pagina sono riportate tutte le Emoticons e relativi codici, le Shortcuts per la scrittura veloce nell’editor (che palle quel pop up), i codici esempio per l’inserimento dei video di You Tube, Google Video e Daily Motion, i codici esempio per le Slideshow, quelli per l’inserimento dello streaming di mp3, e quello per il contact-form. Di fianco troverete anche un tasto “info” che rimanda ai vari post ufficiali di wordpress.com.

Per abbellire il tutto l’ho reso personalizzabile con vari temi colorati, selezionabili dalla barra in alto. I colori a disposizione per il momento sono Verde, Blu, Arancio, Grigio e Bianco :

La pagina è depositata su un dominio si altervita, non dovrebbero esserci problemi, almeno credo, le icone sono quelle del mio dominio di wordpress.com. Il consiglio finale è quello di non duplicare la pagina, in modo che l’originale possa essere modificata e aggiornata nell’eventualità che worppress.com rilasci nuove features. Il risultato finale è questo:

Tutti i colori delle WP CS

Spero possa esservi utile ;)

Twitter Mobile

I web-service in versione Mobile, sono una figata per svariati motivi:

  • Sono leggerissimi
  • Li apri (naturalmente) dal Cell
  • Nella barra laterale (sidebar) di Firefox fanno un figurone

Poi immagina Twitter mobile (http://m.twitter.com) nella barra laterale… e mentre continui a navigare :D

quindi fate così, andate su http://m.twitter.com e dal menu dei segnalibri aggiungete il link nel segnalibri nella cartella “Barra dei Segnalibri”

 

Una volta aggiunto cliccate con il tasto destro sul nuovo link che vedere nella barra degli indirizzi, scegliete proprietà e all’apparire della finestrella delle proprietà spuntate “Carica questo segnalibro nella barra laterale

Fatto, finito. Da oggi seguo twitter da lì :D

Twitter nella sidebar

Blogbabel / FeedBurner / WordPress.com

su WordPress.com non è possibile ripubblicare gli RSS via FeedBurner, nel senso che non è possibile accedere all’html della pagina per poter modificare questa riga di codice:
<link rel="alternate" type="application/rss+xml" href="http://gpessia.wordpress.com/feed/" title="gp RSS 2.0 Feed">
che, lo si voglia o meno, è la principale via di diffusione del nostro feed. Solitamente chi porta avanti un blog su piattaforme tipo wordpress.com, blogsome.com, tumblr.com e via dicendo tende a fornire direttamente il feed offerto dal servizio. Stessa cosa quando si fornisce il feed ad un servizio tipo Blogbabel. La settimana scorsa ho segnalato il cambio di feed a Blogbabel, indicando come principale quello offerto da FeedBurner: http://feeds.feedburner.com/gpessia, visto che il sistema di Blogbabel ne tiene conto ed influisce sulla classifica. Il risultato è sulla classifica generale del servizio ho fatto un balzo in avanti di non poche posizioni :D . Insomma, se avete un blog su una piattaforma di quelle citate di sopra, quando iscrivete il vostro blog a servizi tipo quello di Blogbabel, o Blogitalia.it o che so’ io ricordatevi di utilizzare il feed offerto da FeedBurner, mentre se avete un blog su uno spazio tutto vostro modificate il codice html ;)

Nel frattempo, mi appello ai blogger che seguono il mio blog, e li prego, se non reco disturbo e se non creo scazzamenti vari di aggiornare il feed del mio blog con questo indirizzo:

http://feeds.feedburner.com/gpessia

Da oggi piazzerò anche un bottoncione di quelli che si vedono a 2000km di distanza subito sotto l’header del blog con la speranza che chi si iscriva la faccia seguendo questa nuova strada….

Technorati Tags: , , , ,

Il mio Desktop (i miei)

Giovy oggi lancia una bella proposta: Desktop in mosta!, in pratica ha invitato i suoi lettori a commentare il posto con uno screenshot del desktop dei loro PC/Mac ecc. ecc. Su Twitter Giovy ha tenuto a precisare che non è un meme (però…) cmq sia personalmente amo queste cose, non i meme, vedere come gli altri organizzano i propri desktop (infatti la settimana scorsa provai a fare una cosa simile, ma con poco succeso); ecco i miei:

Mac Pro (casa) schermo 1:
Desktop

Mac Pro (casa) schermo 2:
Desktop

è un desktop allargato :) , nel senso che è esteso su due monitor lcd da 19″ con risoluzione settata a 1280×1024 (nativa). Su quello principale ho tolto l’icona dell’HD, mai usata, ho sei cartelle, tutte alias di altre cartelle che si trovano in Documenti. Lavori e Risorse, la prima è autoesplicativa, l’archivio dei lavori, che prima o poi passeranno si DVD, le risorse sono file grafici, codice, icone e materiale di facile riutilizzo, poi ho la cartella Lavori in Corso, dove mano a mano inserisco gli alias delle cartelle presenti in Lavori, così ho sempre la situazione sotto controllo, poi ci sono le cartelle Temp, Appunti e Idee, la prima è l’immondezzaio della mia scrivania, la seconda è una cartella dove inserisco solitamente file di testo, doc e pdf per progetti e per cose personali, appunti insomma, la terza Idee è il contenitore di immagini e file di testo, composizioni grafiche, progetti e cavoli vari che non si sa che fine faranno. Sul secondo schermo piazzo le applicazioni di comunicazione e intrattenimento, quindi chat, twitter, mail, iTunes, Quicktime ecc. ecc., qualche volta anche Finder come finestra d’appoggio.

Al lavoro:

desktop

lavoro con un PC, lo schermo è un LCD da 1400x900px, il descktop è organizzato con pochissime cartelle e con sfondo sempre scuro, ci sono le solite cartelle di Win, il tema è impostato su Win98, con la sola modifica del font di sistema settato su Calibri (ottimo su Win!). Ci sono tre collegamenti al server principale (PC Xeon), uno all’archivio dei lavori, uno alla mia cartella principale (Giuseppe) e uno a quello della mia collega (Assunta), sul desktop aggiungo man a mano gli alias delle carelle dei lavori in corso, poi c’è la cartella Dev dove ci sono tutti i files di lavorazione, una sorta di archivio personale dei lavori e infine un collegamento (alias) all’archivio fotografico (Foto) archiviato su un Maxtor da 1TB collegato al MacPro dell’artdirector.

Technorati Tags: , , , ,

List 05.04

List 05.03

Technorati Tags: , , ,

Twitterrific 2.1 beta

TwitterrificQuesto post dovrebbe avere come sottotitolo Le novità che nessuno vi ha detto, è si! Perché tutti vi avranno detto che ora c’è il supporto per Growl, quello per gli account multipli (ultimamente va di gran moda avere almeno tre o quattro account per servizio, risolto!), che c’è il supporto gli AppleScript (intanto io ne ho fatto uno per Quicksilver che poi vi mostrerò), con NetNewsWire (intanto io non lo uso più :D ) e anche il supporto per il drag and drop dei link…

insomma vi è stato detto tutto ma la cosa fondamentale non l’ha vista nessuno! Questa è la prima cosa che versione dopo versione, beta dopo beta vado a controllate, bene, ora al nostro passerotto blu oltre che alla scoreggia hanno dato in dotazione un potentissimo laser: ho le prove :P (e non vi dico cosa ho combinato per fare questo screenshot)

Twitterific Laser

l’ovettodipasqua viene anche citato nel file delle nuove caratteristiche “Added *frickin’* laser beams to the Easter egg.”

Technorati Tags: ,

Link 05.01

§ – Celebrazione di un blogger: I facts di Andrea Beggi

§ – Hicks aggiorna il suo tema per gReader, risolvendo qualche problemino e abbellendo ulteriormente il tutto: Google Reader Theme update
– lo sto provando, ma ancora mi risulta difficile rinunciare al classico :/ stiamo a vedere

§ – Via MacApper qualche consiglio su come far convivere amorevolmente Wii con Mac: How To: Control your Mac with a Wii Remote

iGoogle.com

Quella di sotto la mia personalizzazione di iGoogle. L’interfaccia funziona benissimo, c’è tutto quello che serve , la possibilità di vedere gli ultimi feed da gReader e le ultime mail di gMail, lo spazio per il calendario e quello per il Blocco Note, possono essere aggiunti nuovi widgets. Il servizio è disponibile da tempo, oggi anche attraverso il dominio iGoogle.com

iGoogle

Temi WordPress fai da te

Avendo una pur minima conoscenza di Html e CSS (JS, PHP) si riesce agevolmente a modificare un tema e renderlo personalizzato. Se poi uno di Html e CSS non ne capisce proprio niente può ricorrere a questa simpatica applicazione: WordPress Theme Generator.

Il sistema è semplice, intuitivo e chiaro, una volta sistemati tutti i parametri è possibile salvare e scaricare in nostro tema in formato zip o in singole pagine e file (php, js, png ecc. ecc.), pronto per essere messo on-line. ;)

Technorati Tags: , ,

Qualche link (qualche cosa di bello e di utile)

Dark Theme per WordPress – Bartelme Design


C’è poco da dire, io ho commentato la presentazione del tema con un “Perfetto!” ;) (Sia benedetto Wolfgang Bartelme)
Tra le varie caratteristiche c’è il supporto per flickrRSS, Gravatar, Ultimate Tag Warrior, WP-PageNavi.

Chiarimenti e screenshot:

Quello reso disponibile da Bartelme non è altro che il tema utilizzato dal suo blog fino a qualche tempo fa. Ora che è passato a “Deep Blue” sempre suo, ha reso disponibile, con l’aiuto di iLemon quello vecchi. Per un’anteprima basta andare sul sito di iLemon (il tema è quello utilizzato dallo stesso) oppure eccovi qualche screenshot direttamente dall’account Flickr di Bartelme.

Update (simpatica):

… e non finisco di scrivere il post che mi arriva un referrer da qui :D, ora bisognerebbe chiedere a Matt se ce lo mette in wordpress.com :D