MoniTwitter

Una nuova diavoleria simil-twitter. Monitwitter che non ha niente a che fare con Obvious Corp è una semplice applicazione web che serve per monitorare i nostri siti.

Ci si iscrive, fornendo l’indirizzo del sito da monitorare e monitwitter comincia a pingare il nostro sito, quando (e se) lo vede down ci avverte via Twitter, il che significa che a potremo ricevere gli alert  via email, IM o sul telefonino. Queste cose esistono già, ma di solito sono a pagamento, almeno per quanto riguarda il telefonino. Quindi…

Per adesso il sito riporta solamente 191 siti pingati, cresceranno?

Technorati Tags: , , ,

WordPress… sparliamone

Intanto la prima cosa da segnalare è che rilasciata la versione 2.2 , e un link anche qui, con tante buone notizie Widget integrati, un supporto migliore per Atom, è migliorato il meccanismo per importare i contenuti da Blogger, hanno “implementato la coda LIFO per i commenti in AJAX:D (sbaglio o qui su wordpress.com già è funzionante da tempo?) e l’hanno battezzata Infinite comment stream, hanno messo qualche protezione per chi commette nefandezze nel pannello d’amministrazione, hanno ottimizzato la velocità o_o e hanno sistemato la questione tra il form WYSIWYG e Safari, visto che non andavano per niente d’accordo.

Io ancora non ho provato niente. Oggi vedremo. Quello che volevo invece segnalare è che ieri, su Twitter ho visto DElyMyty che twittava qualche link in risposta alla domanda sul perché non utilizzasse WordPress, o almeno credo fosse questa la faccenda… riporto quindi il post:

[WordPress] Dal Buco Alla Voragine | DElyMyth – /dev/null

L’articolo fa anche riferimento alla Wish List che Andrea Beggi compilò lo stesso giorno ma forse qualche minuto prima:

Andrea Beggi » WordPress: come lo vorrei veramente

Insomma dagli articoli wordpress non ne esce proprio bene… tutto bello, tutto carino, ma ci sono grossi problemi e piccoli difetti che andrebbero risolti. Assolutamente! Spero che in questa 2.2 sia cambiato qualche cosa, o almeno sia il punto di inizio per sviluppare qualche cosa di veramente buono, in modo che DElyMyty la prossima volta non sia costretta a fare i salti mortali per un semplice aggiornamento :D

Intanto oggi:
non dovrebbe, relativamentte parlando, entrarci niente con WordPress, ma il blog è mio di pseudo-offtopics ne faccio quanti ne voglio :D

sempre via twitter (ecco perché amo twitter), pseudotecnico segnalava una cosa importate, una (doppia) vulnerabilità di Akismet – nel senso che un bug è stato patchato con una patch baggata (…e che cazzo!):

in italia ne scrivono:

Intanto io:
pensando ad un domino serio, tutto mio, (questo blog resterà sempre qui! è troppo comodo! ;) ) ci penserei due volte prima di mettere su WordPress, incomincerei a testare più seriamente le potenzialità dei finalisti del concorso “Best CMS OpenSource;) , passando in rassegna

e andando a finire quasi sicuramente con lo scegliere Drupal ripromettendomi però di testare ancora meglio il vincitore Joomla. Intanto per prove volanti continuo a far visita a Open Source CMS ;)

Come installare applicazioni Linux su OSX – Fink

Simplehelp pubblica una semplice guida che ci aiuta nei primi utilizzi di Fink, applicazione open source, in grado di rendere utilizzabili applicazioni ideate per Linux su Mac OS X. Il tutorial, è diviso un 4 parti e corredato di screenshot che aiutano passo passo nell’istallazione di Fink, nella sua configurazione e nella istallazione e lancio delle applicazioni linux:

  1. Installing Fink and Fink Commander
  2. Configuring Fink
  3. Installing Linux applications
  4. Launching Linux applications with Quicksilver

Technorati Tags: , , ,